Progetti di riferimento

JW Marriott Absheron Baku
Baku, Azerbaijan
Committente: Marriott International Inc.
Architetto: ReardonSmith Architects, Londra (UK)
Progettazione impianti elettrici: EC Harris
Fotografie: JW Marriott Absheron Baku (AZ)
L’hotel JW Marriott Absheron Baku si trova a metà strada tra il futuristico quartiere di uffici e il centro storico. Agli ospiti offre il massimo del comfort con tutti gli standard possibili e immaginabili delle tecniche moderne. Fra di esse rientra anche l’illuminazione delle 243 camere e suites che Zumtobel ha corredato dell’intelligente sistema di gestione ZBOX.

ZBOX è un impianto completo che viene fornito come soluzione all-inclusive: comprende quattro innovativi interruttori Circle Control Points e un’unità di comando centrale. Il sistema è già programmato per intero e possiede innesti per dimming, controllo di presenze, sistemi di chiusura o movimentazione di serrande.

L’ospite non deve pensare a nulla
I vantaggi e le molte comodità del sistema ZBOX sono evidenti: innanzitutto l’ospite che va in camera trova pochi pulsanti, di facile comprensione, invece dell’abituale serie di interruttori. I cosiddetti Circle Control Points sono di misura analoga a quella dell’interruttore standard ma contengono tutte le funzioni primarie di un sofisticato pannello di comando. Basta premere su uno dei simboli per attivare una delle scene di luce già programmate. Come per incanto ZBOX crea la luce perfetta per ogni attività tipica nella camera dell’hotel: leggere, guardare la televisione, truccarsi o fare il bagno. Le scene di luce si compongono con semplicità e in maniera dinamica.

“I nostri ospiti beneficiano della grande funzionalità dell’illuminazione Zumtobel, della sua flessibilità e dei comandi intuitivi. Ne ricavano infatti un comfort esclusivo, calibrato automaticamente sulle loro esigenze”, commenta soddisfatta Petra Maluck, International Project Management Marriott International Inc. L’unità ZBOX si integra senza problemi nei moderni sistemi di gestione degli edifici, dando così un valido contributo alla riduzione dei costi e all’efficienza energetica degli hotel. In questo progetto ZBOX fa risparmiare il 25 percento di energia. Pur assicurando all’ospite una luce molto più confortevole.

Zumtobel. La luce.

share it


Soluzioni illuminotecniche
Lefay Resort & Spa
Lago di Garda, Italia
Committente: Le Fay Resorts srl, Gargnano (IT)
Architetto: Dr. Arch. Hugo Demez, Bolzano (IT)
Progettazione illuminotecnica: Studio Frasnelli, Bolzano(IT)
Progettazione impianti elettrici: Studio Frasnelli, Bolzano (IT)
Fonte di energia

Il Lefay Resort & Spa non è un qualsiasi hotel a cinque stelle bensì una strepitosa combinazione di lusso e sostenibilità. Recuperare l’energia e gestirla con parsimonia è il principio che questo scintillante albergo sul lago di Garda applica con coerenza in ogni dettaglio. Per lo „sviluppo di soluzioni architettoniche finalizzate ad un resort innovativo ed ecocompatibile“, l’hotel ha ricevuto la certificazione ambientale ISO 14001 e quella di qualità ISO 9001.

Le idee innovative in termini di efficienza energetica e risorse rinnovabili si ritrovano qui nelle forme più svariate. Per esempio tutte le facciate e le vetrate, provviste di efficienti isolamenti termici, sono rivolte in modo tale da ricavare la massima energia solare passiva nei mesi invernali. La maggior parte del fabbisogno energetico è coperta da un impianto a biomassa. Ad esso si aggiungono i pannelli fotovoltaici per l’acqua calda e per il riscaldamento della piscina, oltre che un impianto di depurazione dell’acqua. Ulteriori potenziali di risparmio energetico derivano dall’impianto di gestione della luce LITENET flexis: un eliometro rileva l’esatta quantità di luce diurna disponibile integrando di conseguenza l’illuminazione necessaria alle aree comuni o regolando le opportune schermature.

Lusso e risparmio energetico vanno d’accordo anche nelle suites. Design raffinato, stoffe di pregio, marmi e legni locali come ulivo e noce formano un fascino esclusivo. Il tocco di genio sta nell’intuitiva unità di comando ZBOX che all’ospite dà l’impressione di poter dare ordini alla tecnica e alla luce. Con gli interruttori CIRCLE si accendono e si regolano tutti gli apparecchi presenti in camera e in terrazza. Le scene già programmate si attivano con un comodo pulsante. I segnalatori di presenza disposti in toilettes e guardaroba disattivano automaticamente illuminazione e apparecchiature elettriche quando si lascia la suite.

Se per un qualche motivo viene a mancare la corrente, entra in azione il sistema di luce di sicurezza ONLITE CPS. Governato dai comandi LITENET flexis e dalle unità ZBOX, questo garantisce che gli ospiti si possano orientare anche in caso di emergenza.

Zumtobel. La Luce.

share it


soluzione illuminotecnica
Hotel Budersand Golf & Spa
Hörnum, Germania
Committente: Südern GmbH, Darmstadt (DE)
Architetto: dko Architekten, Patrik Dierks, Berlino (DE)
Progettazione illuminotecnica: Hamburg Design, Amburgo (DE)
Designer di interni: Studio Jan Wichers, Amburgo (DE)
Momenti di luce

Il nuovo hotel a cinque stelle Budersand Golf & Spa unisce la natura e la luce in un’architettura straordinaria. La struttura suddivisa in quattro blocchi si ispira a una formazione di dune, con differenti altezze, intagli e rientranze. I colori, i materiali e le forme dell’hotel si ritrovano nel paesaggio circostante che le innumerevoli finestre panoramiche fanno entrare ovunque. Ne deriva un legame di totale armonia tra l’edificio e la natura della punta più meridionale di Sylt.

I quattro blocchi collegati da ponti offrono 79 camere e suites, tutte con spettacolare vista sul mare, sulle dune o sul porto. Le facciate si caratterizzano per le lamelle di cedro rosso americano, con funzione non solo estetica ma anche di schermatura dei balconi e dal sole. Per l’arredamento delle camere si è scelta la semplicità: vasche da bagno disposte al centro, letti intrecciati, tendaggi di tessuto, mobili di legno e di pelle, riposanti assi di rovere – in poche parole un’architettura di interni senza fronzoli.

Ciò che rende l’isola indimenticabile è la sua luce: una luce morbida e calda. Il progetto illuminotecnico si è concentrato sulla volontà di portare questa luce straordinaria anche all’interno. E il risultato convince: nelle parti comuni, nel ristorante, nella biblioteca e nell’area SPA il sistema di gestione LITENET flexis diffonde un’illuminazione benefica e morbida. Gli apparecchi sono regolati a seconda della luce diurna rilevata dai fotosensori.

Le camere e le suites sono dotate di pratiche unità ZBOX. Nei punti strategici, vale a dire accanto alla scrivania, al letto e ai lavandini, gli interruttori CIRCLE rendono disponibile l’illuminazione preferita. Basta premere sui simboli per attivare una perfetta scena di luce già programmata. Come per magia ZBOX offre l’illuminazione migliore per truccarsi, per guardare la TV, per leggere o per fare il bagno. Lusso infatti significa non doversi occupare di nulla, nemmeno della luce.

Zumtobel. La Luce.

share it


soluzione illuminotecnica
Tschuggen Grand Hotel
Arosa, Svizzera
Committente: Tschuggen Grand Hotel, Arosa (CH)
Architetto: gruppo di lavoro Studio Botta, Lugano (CH); agenzia d'archittura e d'ingegnere Fanzun AG, Chur (CH)
Progettazione illuminotecnica: Jürgen Häcker, Mehr Licht, Saint Moritz (CH)
Progettazione impianti elettrici: Bühler+Scherler AG, San Gallo (CH)
Il benessere inizia dall’atmosfera

Il centro benessere Bergoase del Grand Hotel Tschuggen è destinato a fare storia sia nel settore wellness sia nell‘architettura. Gli elementi che lo caratterizzano fortemente sono nove lucernari.
Già da lontano si nota che il centro benessere Tschuggen è qualcosa di unico. Infatti dal bosco spuntano solo i lucernari alti 13 m, testimoni della volontà di „costruire senza costruire“ dell‘architetto ticinese Mario Botta che dimostra così il suo rispetto per la straordinaria configurazione geografica di Arosa. I quattro piani del centro benessere, il più grande di tutta la Svizzera, scompaiono letteralmente nella montagna con tutti i loro 3 200 m² di superficie. L‘illuminazione naturale e quella artificiale interagiscono creando un‘atmosfera rilassante. Nel progetto era fondamentale ottenere una luminosità piacevole ma allo stesso tempo dare risalto all‘architettura senza che si notassero le sorgenti.

Per rendere invisibile la luce artificiale, gli impianti realizzati con il sistema di file continue TECTON TETRIS e lampade fluorescenti T16 sono montati nelle volte tra pareti e soffitti. Una luce di colorazione calda sottolinea il soffitto perlinato creando un‘accogliente atmosfera di benessere. Le stesse lampade sono provviste di pellicole colorate che danno una raffinata tonalità celeste alle pareti grigie delle sale e dei corridoi; l‘intensità di questo colore varia sfumando a seconda dell‘incidenza di luce diurna. Per gli accenti luminosi sono installati 300 punti luce di fibre ottiche Starflex.
Nelle sale di altezza maggiore, dove l‘illuminazione delle volte non è sufficiente, nei soffitti sono nascosti in aggiunta downlights PANOS bilampada.

Anche il „mondo acquatico“ è messo in scena in modo spettacolare. Negli angoli inclinati dei lucernari sono inseriti proiettori con lampade alogene ed emissione a fascio largo. Di notte questi apparecchi proiettano fasci di luce che conferiscono un aspetto plastico ai muri di pietra naturale, riprendendo gli effetti della luce diurna.

Zumtobel. La Luce.

share it


Soluzione illuminotecnica:
Schramm's Restaurant
Au in der Hallertau, Germania
Committente: Manuela und Karsten Schramm, Schramm’s Restaurant, Au in der Hallertau (DE)
Architetto: Deppisch - Architekten , Freising (DE)
Progettazione impianti elettrici: agenzia di progettazione Silberbauer, Untermarchenbach (DE)
Installazione impianti elettrici: Elektrotechnik Haimerl, Au in der Hallertau (DE)
Architetto d'interni: Eder Design & Planer, Brunn am Gebirge (AT)
Emozioni di luce

Il ristorante Schramm’s sorprende i suoi ospiti con una tripla concezione gastronomica: bar al piano terra, ristorante al primo piano e lounge all’ultimo piano alternano serate a tema, originali creazioni culinarie e un mix multimediale fatto di luce, musica e spettacoli video.

Il bar si presenta con le accoglienti tonalità del legno e con un’atmosfera resa vivace soprattutto dall’illuminazione. Il sistema modulare CIELOS, composto da LED in grado di proiettare video, riceve gli ospiti con scenografie particolari come ad esempio passaggi di nuvole. Esattamente di fronte all’ingresso sono installati 24 moduli luminosi CIELOS con giochi di luci e colori che mettono a proprio agio e suscitano emozioni. Completano la suggestione le linee di apparecchi LED DECOLINE, nascoste dietro a pannelli di legno, che immergono il locale in un tenue rosso, verde o blu.

Al ristorante si accede passando per un corridoio di forma ellissoidale, con pareti decorate da illustrazioni che introducono all’evento. L’allestimento è messo abilmente in scena da 54 faretti LED. La loro caratteristica esclusiva sta nella possibilità di regolare con precisione la temperatura di colore da 2.700 a 6.500 Kelvin e di emettere colori di tutto lo spettro RGB. Ogni singolo apparecchio è guidato dal programma di comando DMX, in modo da ottenere composizioni di luce estremamente variegate. Per l’interno del ristorante è stata scelta un’illuminazione flessibile ma sobria: apparecchi CARDAN SPIRIT che si inseriscono con armonia nell’architettura senza turbare l’aspetto omogeneo del soffitto. La cornice di effetto trasparente lascia spiccare i faretti pur assicurando spazio a sufficienza per le proiezioni multimediali sulle varie superfici.

Zumtobel. La Luce.

share it


solutione illuminotecnica
Hotel Terme Merano
Merano, Italia
Committente: Meraner Kurbad AG, Merano (IT)
Architetto: Baumann Zillich Architekten, Berlino (DE); Matteo Thun & Partners, Milano (IT)
Progettazione impianti elettrici: Studio Frasnelli, Bolzano (IT); CEIF Soc.Coop.a.r.l., Forli (IT)
Fotografie: Thomas Filler, Hörbranz (AT)
Text: Jochen Paul, München (DE)
Luce per hotel e wellness

Con le nuove terme e il lussuoso hotel a quattro stelle la città di Merano torna a primeggiare in Europa come ambita meta termale. Nel centro spa dell‘hotel le pareti curtainwall del corridoio in legno sono retroilluminate da spot alogeni XENO. La parete frontale delle sale di trattamento è costruita con elementi ACTIVE LIGHT WALL. Il sistema di gestione LUXMATE Professional consente al personale di scegliere l‘atmosfera preferita a seconda del tipo di trattamento: si possono attivare particolari scene colorate, memorizzarle e variarle seguendo l‘andamento del giorno e/o della stagione.

Una soluzione illuminotecnica personalizzata
L‘impianto del ristorante è composto da apparecchi per fila continua TECTON-TETRIS inseriti nelle volte del soffitto: ne deriva un‘illuminazione di base uniforme e senza ombre. Ad esso si aggiungono apparecchi a sospensione di grande volume che strutturano il locale. I faretti XENO a fascio stretto puntano la luce sulle stoffe color terra e sulle colonne retroilluminate dal soffitto, facendole apparire come sculture luminose immateriali.

Per l‘illuminazione di corridoi, guardaroba e foyer davanti agli ascensori, Matteo Thun & Partners hanno sviluppato insieme a Zumtobel un nuovo sistema: il cosiddetto profilo ELL. Poiché l‘altezza dei locali non consentiva l‘inserimento di controsoffitti, ma si voleva comunque che le pareti e i soffitti apparissero estesi, Zumtobel ha studiato un apposito profilo di alluminio estruso. Questo garantisce una luce omogenea anche negli angoli ed integra un‘illuminotecnica completa, indipendente dalle infrastrutture del soffitto. ELL può essere sfruttato come supporto su tutto il perimetro di un locale, come telaio oppure come curtainwall in abbinamento a tessuti traslucidi.

Per il progetto dell‘Hotel Terme Merano è stata scelta una versione verniciata in colore bianco RAL 9016, provvista di una luce segnaletica per ogni porta delle camere e contenente l‘illuminazione di sicurezza ONLITE. Questo sistema, disegnato da Matteo Thun e Lutz Büsing, è collegato a un calcolatore che integra la luce di sicurezza nell‘impianto d‘illuminazione generale tramite comandi DALI. La soluzione realizzata con Luxmate Professional e ONLITE Section Central consente di attivare scene di luce individuali e comandi orari per l‘illuminazione dell‘edificio e dei balconi. Attraverso la rete si può sorvegliare ogni singolo circuito dell‘illuminazione di emergenza, visualizzata sulla superficie grafica del sistema di gestione LUXMATE Professional.

La luce diurna come esempio da seguire
Nell‘esercizio durante le ore diurne (l‘illuminamento massimo viene raggiunto attorno alle ore 21) il sistema sfrutta non oltre il 50% della potenza massima, mentre durante le ore notturne basta il 30%. Di conseguenza i profili ELL riducono non solo i costi energetici ma anche quelli di manutenzione: infatti, assorbendo meno corrente, la durata prevista per le lampade è molto maggiore del solito. Questo fattore è senza dubbio fondamentale per il successo di chi eserciti un‘attività nel rispetto dell‘ambiente. Zumtobel ha dimostrato qui la sua competenza sviluppando soluzioni illuminotecniche su misura per le esigenze di ogni progetto. L‘attenzione ruota attorno al tema Humanergy Balance: imitando l‘esempio della luce naturale che cambia in continuazione nell‘arco della giornata, le soluzioni illuminotecniche di Zumtobel non rimangono statiche bensì vengono concepite come sistemi innovativi, in grado di attivarsi con intelligenza.

Zumtobel. La Luce.

share it


Soluzione illuminotecnica:
Grand Resort Bad Ragaz
Bad Ragaz, Svizzera
Committente: Grand Resort Bad Ragaz AG, Bad Ragaz (CH)
Architetto: Hilmer, Sattler & Albrecht GmbH, Monaco di Baviera (DE); Generalplaner: Burckhardt+Partner, Berna (CH)
Progettazione illuminotecnica: Reflexion AG, Zurigo (CH); Carbone Interior Design, Wolfhalden (CH)
Progettazione impianti elettrici: R+B engineering ag, Sargans (CH)
Installazione impianti elettrici: Alpic InTec Ost, Sargans (CH)
Progettazione generale: Burckhardt+Partner AG, Berna (CH)
Architetto d'interni: Carbone Interior Design, Wolfhalden (CH)
Viaggio di luce

Lo svizzero Grand Resort Bad Ragaz offre un’ospitalità sopraffina. Oggi quest’hotel a cinque stelle possiede nuove suites spa: autentiche oasi per i sensi, per il corpo e per lo spirito. Morbide stoffe, colori armoniosi, scintillanti cristalli ma soprattutto la luce – una luce a volte intensa, altre seducente, altre ancora colorata – avvolgono in un’indimenticabile sensazione di intimità.

La costruzione del Grand Resort risale al 1869. È circondato da un enorme parco di 500.000 metri quadrati dove ora si è aggiunto un nuovo edificio: una Spa-Tower di nove piani, tanto lussuosa quanto prestigiosa per architettura.

Ogni suite di concezione tipo loft si apre con ampia vetrata e balcone sul paesaggio naturale circostante. Il principio di offrire lusso e relax è applicato con coerenza a tutti i dettagli: dai materiali naturali dell’arredamento al letto di cui si può addirittura regolare la durezza. Lo stesso vale per la luce: focalizzata, dinamica, studiata nei contrasti e nelle ombre. Proprio per questo motivo le camere sono governate dal sistema di gestione ZBOX. Al momento di entrare si presentano con una luminosità invitante, mentre la luce si fa sobria quando si guarda la televisione, focalizzata quando si lavora, piacevolmente soffusa di notte. La scena preferita si attiva con quattro interruttori CIRCLE disposti all’ingresso, accanto alla scrivania, accanto al letto e in bagno.

Il nome della nuova costruzione mantiene le promesse. Infatti nelle „SPA suites“ ogni bagno possiede un allacciamento con l’acqua termale di Ragaz, le docce possono essere trasformate in bagno turco e quasi tutte le suites dispongono di sauna personale. In più, nel centro di ogni camera si trova una vasca a idromassaggi sui cui pendono eleganti cristalli Swarovski. Qui il bagno diventa un piacere particolare: i downlights LED montati sopra i cristalli avvolgono in una magica luce colorata blu, verde, gialla o rossa. In bagno basta un unico interruttore CIRCLE per attivare comodamente l’illuminazione che serve e trasformare l’ambiente in un’autentica oasi di benessere. L’impianto è formato da linee luminose SLOTLIGHT, downlights MICROS e PANOS.

Zumtobel. La Luce.

share it


Soluzione illuminotecnica
Hotel Lifestyle Resort Sonne
Mellau, Austria
Committente: Hotel Sonne Mellau GmbH, Mellau (AT)
Architetto: Bernd Frick + Richard Winkel, Reuthe bei Bezau (AT)
Progettazione illuminotecnica: Ing.-Büro Meusburger, Bezau (AT)
Installazione impianti elettrici: Elektro Willi, Andelsbuch (AT)
Fotografie: Rafaella Proell, Jens Ellensohn
Luce da gustare e da vivere in relax

L’architettura di questo elegante hotel a quattro stelle è un autentico colpo d’occhio: unisce infatti la tradizione regionale del Vorarlberg allo charme internazionale. La lunga struttura rettangolare offre 38 spaziose camere Superior e otto suites Penthouse, tutte con balcone. Con i legni pregiati evidenzia le sue radici che affondano nella foresta di Bregenz. Negli interni predominano colori caldi come il rosso, il marrone e il beige, diffondendo un’atmosfera armoniosa e avvolgente.

Il fatto che la sostenibilità stia a cuore lo si nota in molti dettagli. Fra questi anche l’efficiente concezione della luce. Nel foyer, nelle aree gastronomiche e nelle sale conferenze gli ospiti trovano raffinati accenti di luce provenienti dai downlights 2LIGHT Mini. L’equilibrio tra emissione direzionata e diffusa conferisce agli ambienti una morbida luminosità, qualitativamente ideale anche se con un consumo energetico minimo. Altri elementi caratterizzanti, nell’atrio e nei corridoi, sono le linee luminose SLOTLIGHT che con la loro luce omogenea e pura guidano le persone verso le camere.

In quale altro luogo, se non nelle camere degli hotel, la luce assume un ruolo tanto importante ai fini dell’atmosfera e del comfort? Qui fra l’altro l’illuminazione deve saper rendere giustizia alle esigenze che si presentano nelle diverse ore del giorno. Inoltre la semplicità degli interruttori è tanto fondamentale quanto lo sono l’atmosfera e la tutela delle risorse. Il sistema di gestione ZBOX installato nelle suites rende disponibili tre scene di luce, tutte dimmerabili, e contribuisce così a risparmiare il 25 per cento di energia. Gli interruttori CIRCLE invitano l’ospite a scegliere da solo l’illuminazione che preferisce.

Zumtobel. La Luce.

share it


Soluzione illuminotecnica
Hotel Carlton a cinque stelle
Saint Moritz, Svizzera
Committente: Grand Hotel Tschuggen AG, Arosa (CH)
Architetto: Fanzun AG, Coira (CH)
Designer di interni: Carlo Rampazzi, Ascona (IT)
Solo il meglio – anche in termini di sicurezza

In seguito ad una radicale ristrutturazione, il Carlton di St. Moritz si presenta come boutique-hotel con 60 lussuose suites. Tutte sono rivolte verso sud, in modo da offrire non solo un superbo panorama del lago e delle Alpi ma anche vantaggiosi aspetti in termini di efficienza energetica: infatti nelle camere non c’è quasi alcun bisogno di riscaldamento.

Oltre a tutti i lussi di un hotel a cinque stelle, gli ospiti delle suites hanno a disposizione anche un moderno sistema di gestione della luce. Con gli intuitivi comandi dell’unità ZBOX si attiva facilmente la scena preferita e si regola la luminosità. Gli interruttori possiedono tre pulsanti contrassegnati da simboli cui corrispondono tre scenari già programmati. Quelli del giorno sono differenti da quelli della notte, inseriti dalla funzione ZBOX-Nightlogic riducendo automaticamente il livello di luminosità. Il bus LUXMATE include anche la regolazione delle serrande.

Per garantire la massima sicurezza degli ospiti la direzione ha deciso di adottare il sistema centralizzato ONLITE 720. Questo sorveglia tutto l’impianto di luce di emergenza effettuando i necessari controlli. A seconda delle aree, sono montati apparecchi segnaletici ARTSIGN, COMSIGN e PURESIGN.

L’hotel si trova su una collina, in posizione esposta e ben visibile da lontano. Di notte brilla con irresistibile fascino: la facciata è messa in scena da proiettori a pavimento PASO II con lampade a ioduri metallici da 20 Watt.

Zumtobel. La Luce.

share it


Soluzione illuminotecnica

Lasciatevi ispirare

Zumtobel Newsletter
Inserite il vostro indirizzo e-mail per ricevere ogni mese, direttamente nella vostra casella di posta, interessanti soluzioni illuminotecniche a cui ispirarsi e tutto quello che c’è da sapere sul mondo di Zumtobel.

Altre domande?

Grazie del vostro messaggio!

PAESE
SOCIAL MEDIA

LLP

Partner di soluzioni illuminotecniche

Più successo con soluzioni illuminotecniche professionali ed efficienti: Zumtobel informa ed assiste elettricisti selezionati qualificandoli nella materia della luce.
Vai al portale LLP

LCP

Lighting Competence Program

Il programma Zumtobel per partner progettisti elettrotecnici è ideato per sommare le vostre e le nostre competenze in modo da sfruttare i potenziali della luce e anche da semplificare il lavoro quotidiano di progettazione.
Vai al portale LCP

LDP

Lighting Design Program

Questo programma di partner Zumtobel è sviluppato specificamente per architetti che si occupano di luce e che cercano un valido supporto con informazioni di prima mano.
Vai al portale LDP
Maggiori informazioni sui programmi