Responsabile Stampa

Kiki McGowan
Head of Brand Communications

Zumtobel Lighting GmbH
Schweizer Strasse 30
6850 Dornbirn/Austria

Tel.: +43 (0) 5572 509-1303
kiki.mcgowan@zumtobelgroup.com
Andreas Reimann
Brand PR Manager

Zumtobel Lighting GmbH
Schweizer Strasse 30
6851 Dornbirn/Austria

Tel.: +43 (0) 5572 390-26522
andreas.reimann@zumtobelgroup.com
Stefano Dalla-Via
Marketing Communication 

ZG Lighting srl socio unico
Via G.B. Pirelli, 26
20124 Milano (MI)
                                    
Tel     +39 02 66745323
stefano.dallavia@zumtobelgroup.com

 

Informazioni stampa 2017

  • 06/2017
    Prodotti

    the editions – la nuova extended collection di Zumtobel

    Zumtobel presenta soluzioni illuminotecniche creative con un tocco di tecnica extra
    Più informazioniMeno informazioni
    La nuova mini-collezione intitolata the editions – extended collection punta sulle idee creative abbinate alle innovazioni tecnologiche. Comprende quattro soluzioni illuminotecniche di alto profilo già esistenti e ampliate dal punto di vista tecnologico. Sono soluzioni che mostrano il coraggio di cercare nuove strade con un tocco di tecnica extra. La extended collection è disponibile da giugno 2017.

    I quattro apparecchi della collezione speciale the editions extended collection sono:

    TECTON Balanced White: il benessere in situazioni inattese
    Uno dei fiori all’occhiello di Zumtobel è il sistema di file continue TECTON. Questo versatile sistema di file continue offre soluzioni intelligenti per ogni necessità illuminotecnica. Da oggi, TECTON è disponibile per la prima volta nella tecnologia Balanced White. Consente di adattare la temperatura di colore a ogni contesto specifico, variando la scena di luce e migliorando significativamente la qualità della percezione e lo stato di benessere. È possibile ad esempio regolare con flessibilità l’illuminazione di un capannone industriale, impostando una luce fredda durante una manifestazione fieristica di giorno oppure una luce calda per l’evento serale conclusivo.

    CRAFT Balanced White: il benessere abbinato alla potenza
    Anche il compatto apparecchio industriale CRAFT, potente ed efficiente, da oggi è disponibile nella tecnologia Balanced White. In questo modo è in grado di seguire l’andamento della luce naturale, adattando di conseguenza la temperatura di colore. L’illuminazione si intona pertanto di volta in volta all’uso che viene fatto di un ambiente.

    CRAFT RAW: la potenza si rivela
    Il più apprezzato degli apparecchi industriali si riduce all’essenziale. La sua straordinaria efficienza lo ha reso in grado di affrontare ogni sfida industriale. Ora affronta la sfida più nuova, quella del design: CRAFT RAW è un apparecchio essenziale, di colore argento opaco – destinato ai progetti che cercano il design in locali molto alti, come ad esempio i mobilifici, gli auditorium o gli spazi in stile industriale.

    COESA: qualità che si mette alla prova
    COESA è il primo apparecchio di Zumtobel in grado di controllare la qualità. Più attento dell’occhio umano, riesce a scovare errori e imprecisioni anche minime grazie alla sua perfetta illuminazione estensiva: è utile, ad esempio, per controllare le finiture nell’industria automobilistica (colori, vernici, materiali). A tale scopo si serve di una griglia speciale e del contrasto fra le temperature di colore. I parametri sono disponibili in tre varianti da scegliere su misura.

    Riguardo alla collezione the editions
    the editions è una collezione di prodotti realizzati su misura per progetti particolari, secondo le specifiche dei clienti, che viene presentata con cadenza semestrale. In generale, the editions testimonia lo spirito pionieristico e la capacità innovativa del marchio Zumtobel. È destinata a progetti molto particolari, alla ricerca di nuove sfide. Per la collezione the editions si è adottato un principio noto dal mondo della moda: quello di mettere in circolazione qualche capo esclusivo di haute couture facendolo diventare prêt-à-porter e accessibile a tutti. the editions – quando la haute couture incontra il mondo della luce …

    A dicembre 2016, Zumtobel ha lanciato un’esclusiva mini-collezione chiamata the editions – Capsule Collection #01. Comprende cinque apparecchi speciali che privilegiano l’estetica e il design innovativo, nati dalla collaborazione con architetti e designer di fama. I prodotti della Capsule Collection vengono presentati in una vetrina esclusiva che li distingue dall’assortimento standard.

    Altre informazioni
    Ogni prodotto speciale delle due mini-collezioni ha una sua storia unica: Ulteriori informazioni, interviste con gli autori, dati tecnici e dettagli di the editions sono disponibili alla pagina web editions.zumtobel.com

    Zumtobel. La luce.

  • 06/2017
    Prodotti

    SUPERSYSTEM II – competenza luminosa concentrata con misure minime

    SUPERSYSTEM II ha adottato coerentemente i principi della miniaturizzazione e della flessibilità. Con un ampliamento comprendente faretti da incasso e downlight, il sistema di illuminazione scompare ora completamente nel soffitto e convince grazie alla sua qualità luminosa eccellente e alla materializzazione di alto pregio.
    Più informazioniMeno informazioni
    SUPERSYSTEM II è uno strumento d’illuminazione LED multifunzionale, sinonimo di miniaturizzazione rigorosa e capacità operativa pressoché sconfinata. Downlight e faretti da incasso in tre diverse misure, abbinati a profondità d’incasso estremamente ridotte, con binari elettrificati da incasso e accessori appropriati, offrono una flessibilità ancora maggiore e massimizzano la libertà creativa nella progettazione illuminotecnica.

    Il gruppo di prodotti SUPERSYSTEM si basa su un sistema modulare pensato nel dettaglio, che realizza ambiziose funzioni illuminotecniche con soluzioni coerenti, soprattutto in musei, gallerie e negozi, ma anche in hotel, esercizi gastronomici o sale conferenze. Le possibilità di montaggio dello strumento d’illuminazione SUPERSYSTEM II sono state ampliate e semplificate, dato che per tutte le versioni del sistema di illuminazione è ora possibile anche l’incasso nei più diversi tipi di soffitto. In questo modo, gli apparecchi di illuminazione scompaiono quasi completamente nel soffitto e convincono esclusivamente con il loro effetto luminoso. Per SUPERSYSTEM II e per i suoi componenti è stata inoltre perseguita coerentemente la miniaturizzazione – con dimensioni filigranate di soli 26 mm di larghezza e 30 mm di altezza, i profili sono di conseguenza quasi invisibili. In alternativa è disponibile anche un’altezza di 60 mm, in modo da offrire più spazio per le linee e semplificare il controllo di più gruppi illuminotecnici o di segnalatori di presenza e fotosensori di luce circostante.

    Varietà è semplicità
    I faretti miniaturizzati da 26 mm, 45 mm e 65 mm di diametro, con un flusso luminoso massimo di 1200 lm, sono stati perfezionati per l'accentuazione puntuale. Piastra LED, lente di vetro e pellicola di plastica si adattano perfettamente le une alle altre e garantiscono una distribuzione della luce omogenea senza dispersioni. Per essere in grado di far fronte a qualsiasi funzione illuminotecnica, la pellicola collocata nell’anello frontale davanti alla lente può essere sostituita, affinché la distribuzione della luce simmetrica in senso rotativo possa essere variata da superspot passando alla distribuzione wideflood – con un angolo di emissione tra 8° e 40° – fino a giungere alla distribuzione ovale. Per l’allestimento mirato, ad esempio delle opere d'arte esposte nei musei, al posto dell'anello frontale è possibile integrare nell’alloggiamento di alluminio pressofuso un’ampia scelta di accessori, come un’ottica a croce o un tubo di schermatura prolungato.

    Se è necessaria l’illuminazione omogenea di piani verticali o di oggetti piatti in musei, esposizioni e gallerie d'arte, si ricorre ai nuovi LED wallwasher. Mentre il LED wallwasher mini, con soli 34 mm di altezza, illumina omogeneamente le pareti alte fino a 3 m con un illuminamento massimo di 200 lx, con altezze superiori a 3 m, per creare un'atmosfera gradevole, si ricorre al LED wallwasher midi, con un’altezza di 60 mm. Entrambi hanno unità luminose speciali, che rendono possibili temperature di colore stabili e schermature eccellenti.

    La linea luminosa LED di SUPERSYSTEM II è invece forte nell’illuminazione generale, con un’altezza di soli 33 mm e con varianti a irraggiamento diretto, indiretto e diretto-indiretto. L’aspetto più rilevante degli apparecchi di illuminazione è l’effetto luminoso, come di consueto per SUPERSYSTEM. Così, le linee luminose sono fissabili a filo superficie al binario elettrificato e creano una fila continua, snella e senza interruzioni.

    Intuitività, semplicità ed estetica
    Con un’illuminotecnica efficiente, una qualità luminosa eccellente e unità luminose precise per l’illuminazione generale e d’evidenza e per il wallwashing, SUPERSYSTEM II rende possibile una grande varietà di soluzioni illuminotecniche conformi a locali ed edifici. Anche la semplicità di montaggio e installazione è pensata nel dettaglio, dato che le unità luminose vengono semplicemente inserite e fatte scattare nei profili. Questo vale anche per gli adattatori della larghezza di 160 mm e 235 mm, ai quali possono essere fissati uno, due o tre faretti miniaturizzati. Questa semplicità dimostra chiaramente il proprio potenziale, soprattutto nei progetti di cambio di destinazione d’uso e risanamento, in quanto i componenti d’illuminazione sono sostituibili e ammodernabili a seconda delle esigenze.

    Con SUPERSYSTEM II, Zumtobel offre uno strumento d’illuminazione che cresce di pari passo con le proprie funzioni. Grazie al principio modulare, in combinazione con la rigorosa miniaturizzazione di apparecchi di illuminazione e accessori, SUPERSYSTEM II è in grado di soddisfare al tempo stesso le più alte esigenze in fatto di illuminazione estetica e funzionale.

    Zumtobel. La luce.

  • 04/2017
    Prodotti

    Con NIGHTSIGHT di Zumtobel l’illuminazione di esterni segue nuove strade

    Lo stile di vita delle persone, le esigenze che ne derivano e, di conseguenza, anche il modo di muoversi negli spazi esterni durante la notte mutano di continuo ormai da decenni. NIGHTSIGHT è stato sviluppato nella consapevolezza che le ore serali e notturne sono diventate parte integrante della vita quotidiana della gente. È nato così un assortimento completo di prodotti che lasciano la massima libertà nel comporre soluzioni di luce per ogni tipo di spazio esterno,  dall’allestimento architettonico d’effetto alla valorizzazione di piazze, strade e interi quartieri. L’aspetto importante è che queste soluzioni illuminotecniche soddisfano a pieno i criteri di sostenibilità ecologica, economica e sociale.
    Più informazioniMeno informazioni
    NIGHTSIGHT si basa sull’illuminotecnica più moderna, su materiali d’alto livello e sulla volontà di creare soluzioni di luce ispirate al principio “Human Scale Lighting”, che pongono l’uomo come metro dell’illuminazione. A stretto contatto con Ben van Berkel e con i designer di UNStudio ad Amsterdam, Zumtobel ha messo a punto un programma modulare di strumenti LED che, seppur unitari nel design, svolgono funzioni decisamente complesse e diversificate nell’illuminazione degli spazi esterni.

    Le città si evolvono di continuo, al pari dei movimenti e delle abitudini dei loro abitanti. Oggigiorno le potenzialità dell’illuminazione esterna non riguardano più soltanto sicurezza e orientamento bensì anche gli aspetti sociali della luce: occorre pertanto allestire gli spazi urbani in modo da renderli luoghi d’incontro e di interazione. Un progetto illuminotecnico così concepito deve partire sempre dalla condizione naturale notturna. Sullo sfondo dell’oscurità, il lighting designer sovrappone la luce uno strato dopo l’altro, fino a trovare la soluzione ideale, impiegando solo la quantità di luce strettamente necessaria. Con questo sistema, NIGHTSIGHT riesce a creare spazi di luce che plasmano la vita notturna a più livelli: nel momento in cui il buio, la luce artificiale e quella naturale trovano il giusto equilibrio, le persone che vivono le diverse fasi della notte e che svolgono diverse attività potranno beneficiare di condizioni migliori sotto il profilo visivo, emotivo e biologico.

    Una linea di prodotti, un design, molte varianti
    Allo scopo di consentire ad architetti e lighting designer la massima libertà progettuale, NIGHTSIGHT è disponibile in quattro diversi formati dotati di ottiche LED: 2x2, 4x4, 2x8 oppure 4x8. Inoltre, vi sono diverse opzioni di curve fotometriche, temperature di colore e possibilità di fissaggio. L’apparecchio in sé è del tutto minimalista, concentrato solo sull’effetto di luce. Per assicurare una luminosità omogenea su piani sia orizzontali che verticali, oltre ad accenti mirati, Zumtobel ha messo a punto due tipologie di apparecchi: una linea di proiettori con ottica “darkBeam” e un apparecchio cosiddetto Area con ottica comfort “softGlow”.

    Il proiettore con ottica “darkBeam” è ottimizzato per illuminare facciate o evidenziare dettagli architettonici. I punti luce LED della sua testata sono arretrati in una speciale struttura a nido d’ape, allo scopo di ridurre al minimo la vista diretta delle sorgenti luminose e quindi gli effetti di abbagliamento. L’attenzione viene guidata sugli oggetti messi in luce, mentre l’apparecchio si mantiene sobriamente in disparte.
    L’apparecchio Area con ottica “softGlow” è studiato invece per migliorare la percezione di piazze, percorsi pedonali o stradine. Il direzionamento mirato assicura un ottimo comfort visivo, in quanto dissolve il contrasto di luminanze tra i singoli punti luce LED e le zone circostanti. Le singole ottiche si fondono in un’unica superficie luminosa. L’aggiunta di componenti d’illuminazione verticali serve a guidare otticamente e ad abituare la vista alle sorgenti man mano che ci si avvicina. In questo modo si riduce la sensazione di abbagliamento.

    Il programma NIGHTSIGHT offerto da Zumtobel è uno strumento d’illuminazione convincente per effetto della luce e unitario nel design ma non solo: il sistema risulta vantaggioso anche per la sua facilità d’installazione e di manutenzione. Il montaggio è semplificato al massimo da collegamenti a innesto plug&play. Le testate dei singoli moduli LED sono orientabili a quasi ogni angolatura. Inoltre si possono scegliere differenti temperature di colore: le versioni standard da 3000 K e 4000 K sono solo una delle molte possibilità con cui valorizzare tanto un antico centro storico quanto una moderna skyline.
    Con l’impiego mirato di luci ed ombre, di zone chiare e scure, di livelli di luce diversificati, NIGHTSIGHT riesce a migliorare la percezione tridimensionale degli spazi ed esaltare peculiarità architettoniche, a creare identità e a plasmare i luoghi. Per la gente questo vuol dire migliorare il comfort visivo, lo stato di benessere e la qualità di vita nelle aree esterne di notte. Una composizione di luce così concepita, combinata ad una tecnica innovativa che, evitando le dispersioni, contiene l’inquinamento luminoso, riesce anche a ridurre l’impatto della luce artificiale sul mondo animale e vegetale, evitando uno spreco di risorse energetiche.

    NIGHTSIGHT è stato di recente onorato con i premi relativi all’anno 2017 iFDesign Award e Red Dot Design Award.

    Zumtobel. La luce.

  • 03/2017
    Manifestazioni

    Zumtobel si mette in luce al Salone del Mobile 2017

    Installazioni moderne messe in scena da un’illuminazione artistica.
    Quest’anno Zumtobel è presente al Salone del Mobile di Milano con quattro soluzioni illuminotecniche creative applicate a varie installazioni.
    Più informazioniMeno informazioni
    1.    Installazione di Diller Scofidio + Renfro nel cortile di Palazzo Litta per la mostra “A Matter of Perception: LINKING MINDS“ del DAMn° Magazine e Mosca Partners, Corso Magenta 24
    L’installazione dello studio di architetti e designer newyorkesi Diller Scofidio + Renfro (DS+R) riguarda il cortile di Palazzo Litta con l'elemento architettonico più semplice – il tetto – per filtrare il cielo e catturare lo spazio. L’installazione che copre la corte del palazzo è una sorta di rete di 300 paia di jeans. DS + R utilizza veri paia di jeans, intenzionalmente usurati con l’intenzione di interpretare il contesto del corpo umano in un ambito architettonico. Una follia contemporanea in un contesto dal classicismo monumentale, la struttura cuce insieme il collettivo e le singole scale di vita urbana. La Zumtobel Group, che aveva già collaborato con lo studio DS+R affidandogli la cura artistica della sua ultima relazione aziendale 2015/16 “Blue Hour – l’ora blu”, ha ideato la soluzione illuminotecnica perfetta per l’allestimento, consistente in dodici proiettori da esterni PYLAS che illuminano l’installazione dal basso con un alternarsi di colori, mentre una serie di faretti ARCOS con temperatura di colore di 3000 K mette in luce le pareti del cortile con precisione e senza dispersioni.
    Anteprima e inaugurazione della mostra: 03 aprile, ore 15:00 – 19:00
    Incontro con Jürg Zumtobel e la direttrice dello studio DS+R Liz Diller: 04 aprile, ore 16:30


    2.    Showroom Sawaya & Moroni, Via Manzoni 11
    Gli architetti e designer William Sawaya e Paolo Moroni presentano la loro nuova collezione di mobili mettendola in scena con una soluzione illuminotecnica appositamente creata da Zumtobel, da anni partner dello studio italiano. I protagonisti dell’allestimento nello showroom sono dei colpi d’occhio spettacolari: si tratta dei due capolavori di Zumtobel, “LQ by Hani Rashid” e “VorteXX by Zaha Hadid”. Inoltre, sia la collezione Sawaya & Moroni sia i mobili di altri marchi sono messi in luce da un impianto con faretti SUPERSYSTEM e IYON: i piccoli spot illuminano in modo mirato i singoli mobili, con temperature di colore che variano da 2800 a 4000 K, per esaltare la struttura e le peculiarità dei diversi materiali. A creare un’atmosfera suggestiva provvedono i moduli CIELOS, disposti nell’ambiente in modo da alternare i giochi di luce.
    Anteprima e inaugurazione della mostra: 03 aprile, ore 19:00 – 21:00

    3.    Stand Sawaya & Moroni al Salone del Mobile 2017
    Zumtobel ha ideato anche il design illuminotecnico per lo stand Sawaya & Moroni al Salone del Mobile 2017. L’impianto è formato dalle pareti luminose ACTIVE LIGHT WALLS, con cambi di colore che immergono lo stand in una luce d’atmosfera, e dagli spot ARCOS, che accentuano i singoli mobili di William Sawaya, Zaha Hadid e altri designer.
    Stand Sawaya & Moroni: Salone del Mobile, 04 – 09 aprile, padiglione 20/stand E 18

      
    4.    Mostra ed evento speciale nella cornice di  Casabella Laboratorio: 09 aprile 2017, Via Marco Polo 13
    In occasione del Salone del Mobile, Casabella Laboratorio ospita l’allestimento “Superficie e danza tra geometria e colore”: ne fanno parte, da un lato, i materiali ceramici inediti della designer Maria Luisa Brighenti e, dall’altro, le creazioni geometriche in carta, 140 modi di piegare e danzare con fogli di carta da due metri quadrati, a cura degli studenti dell’Atelier Blumer, accademia di architettura di Mendrisio. Zumtobel incornicia la mostra con una installazione illuminotecnica realizzata con i suoi prodotti  TECTON, ONICO, NIGHTSIGHT, SUPERSYSTEM outdoor e ARCOS, più altri apparecchi di illuminazione di Thorn, acdc e altri marchi del gruppo Zumtobel. Inoltre, la sera del 7 aprile, andrà in scena un evento speciale dedicato al dialogo tra Luce, colore e materia. 
    Mostra: 03 – 09 aprile
    Evento speciale Zumtobel: 07 aprile, dalle ore 20:00

    Zumtobel. La luce.

  • 02/2017
    Soluzioni illuminotecniche

    La luce di Zumtobel mette in scena “Bürchen Mystic”

    Una soluzione illuminotecnica di Zumtobel dona un tocco mistico alla piazza di Bürchen, un paese svizzero del Canton Vallese. L’idea è nata alla Biennale di Architettura del 2014, dove l’architetto Fernando Menis si è ispirato ai raggi del sole tra gli alberi per riprodurre una luminosità radiale dall’atmosfera mistica. Lo strumento usato, capace di avvolgere il paese alpino in magici cerchi di luce, è SUPERSYSTEM outdoor.
    Più informazioniMeno informazioni
    L’ispirazione è venuta all’architetto Fernando Menis alla Biennale di Architettura di Venezia del 2014, quando si è trovato a scambiare le prime idee con Zumtobel. Mentre si trovava nei Giardini, ha osservato i raggi del sole che facevano breccia nel fitto fogliame degli alberi, disegnando morbidi cerchi luminosi radiali: è così che è nata la visione di “Bürchen Mystic”. A Bürchen, un paese svizzero di 700 abitanti, l’intenzione era quella di illuminare la piazza principale in modo analogo. L’architetto voleva in pratica riprodurre con la luce artificiale i mistici giochi dei raggi di sole, tenendo conto anche del modo in cui la luce naturale cambia nel corso delle stagioni. Il progetto prevedeva poi che l’impianto interagisse con i passanti, accompagnandoli attraverso la piazza con i suoi cerchi luminosi.

    Bürchen, al pari di tanti altri paesi alpini, deve anche fare i conti con un’economia modesta e con lo spopolamento dei giovani. L’amministrazione locale, intenzionata a invertire la tendenza, nel 2013 ha bandito una gara di architettura finalizzata a rendere più attraente il paese sia in inverno, sia in estate, in modo che la crescita del turismo porti alla nascita di nuovi posti di lavoro stabili. L’architetto Menis si è imposto sui molti partecipanti di calibro internazionale, proponendo una riqualificazione della piazza, oltre alla costruzione di un albergo e ad altre strutture per incentivare il turismo. A convincere è stata la sua idea fortemente legata alla natura e all’imponente paesaggio in cui affondano le tradizioni alpine e la storia di Bürchen. Il progetto si distingue al contempo per la sostenibilità economica, sociale ed ecologica.

    Per realizzare il progetto, Zumtobel ha sviluppato una soluzione speciale, che nel frattempo è diventata la variante di un prodotto standard: SUPERSYSTEM outdoor. Si tratta di un corpo illuminante LED per esterni, concepito per creare scenografie multizonali in piazze e strade. Ogni apparecchio possiede un certo numero di tubi LED, che, con opportune ottiche, pongono accenti mirati e migliorano anche il comfort visivo e il senso di benessere delle persone. Nelle ore serali, la luce installata da Zumtobel esalta il fascino naturale della piazza del paese, conferendole un effetto mistico e creando un’atmosfera carica di emozione, sempre in armonia con la natura.

    È proprio quest’atmosfera raccolta che il visual artist Andreas Waldschütz è riuscito a catturare con delle immagini incisive, che trasmettono il misticismo del luogo. La luce, oltre a valorizzare con autenticità l’inconfondibile stile architettonico di questo paese alpino incastonato tra le montagne che svettano sulla Valle del Rodano, lo avvolge anche in un’aura fiabesca. Il progetto “Bürchen Mystic”, nato dalla collaborazione tra Fernando Menis e Zumtobel, è diventato così una nuova attrazione per i turisti, destinata a fruttare nuovi posti di lavoro e a porre fine alla dipendenza economica dalle seconde case. Ma non è tutto: il paese è ora un luogo di vita più appetibile anche per i suoi abitanti. Una piazza un tempo sempre vuota è diventata oggi un animato luogo d’incontro di residenti e visitatori.

    “Bürchen Mystic” si è classificato nei primi venti posti nel rinomato premio internazionale “European Prize for Urban Public Space”, con centinaia di progetti in gara, guadagnando una menzione speciale per il risultato architettonico e urbanistico. La piazza di Bürchen è entrata fra i dieci finalisti candidati al progetto urbanistico migliore del mondo in occasione del prestigioso World Architectural Festival (WAF) di Berlino. Il WAF è il festival di architettura più importante a livello globale. In una seconda fase di interventi sarà realizzata l’altra parte dell’idea di Fernando Menis: la costruzione di un hotel da lui chiamato “the inhabited forest”, simile a una foresta e interamente integrato nel paesaggio circostante.

    Zumtobel. La luce.

  • 01/2017
    Soluzioni illuminotecniche

    Funzionalità ed estetica vanno mano nella mano

    Siegrun Appelt illumina il parco della storica villa Liebieghaus di Francoforte. L’artista, con l’intento di offrire al visitatore un’esperienza sensoriale, ha studiato l’illuminazione del parco della Liebieghaus cercando di armonizzare estetica e funzionalità. L’impianto è stato realizzato con i moduli SUPERSYSTEM outdoor di Zumtobel.
    Più informazioniMeno informazioni
    Immersa in uno dei più bei giardini di Francoforte, la Liebieghaus ospita una prestigiosa collezione di sculture. L’antica villa, malgrado sia diventata museo pubblico già all’inizio del XX secolo, non ha comunque perso nulla del fascino di una proprietà privata. L’artista austriaca Siegrun Appelt ha ora ideato un nuovo sistema d’illuminazione del parco. La luce artificiale è dosata e guidata con precisione per valorizzare questo spazio suggestivo e la sua storia anche di sera. Per una scenografia mirata, con un’illuminazione efficiente di facciate, viali e giardino, Siegrun Appelt ha scelto i moduli LED SUPERSYSTEM outdoor di Zumtobel.

    Delicata scenografia degli spazi
    La nuova concezione illuminotecnica, seguendo il luogo e il suo odierno utilizzo, unisce con sensibilità le funzioni e l’estetica, valorizzando la suggestione dello storico giardino in tutta la sua tridimensionalità. “La disposizione degli elementi illuminati e i giochi di luce e ombra cambiano mano a mano che ci si muove. Nuove immagini notturne del paesaggio, dell’architettura e dello spazio culturale prendono forma a seconda dell’angolazione. Queste immagini mutevoli mi piacciono perché raccontano storie, esattamente come accade all’interno dell’edificio, dove è lo stesso museo a raccontare le storie”, osserva Siegrun Appelt spiegando l’effetto della luce sul modo di vivere questo luogo.

    L’illuminazione così concepita invita i visitatori a confrontarsi con gli spazi e con il dialogo fra pubblico e privato. Quando si arriva nel giardino bisogna innanzi tutto abituare gli occhi a un’intensità luminosa ridotta, perché qui la luce artificiale non vuole imporsi sulla luminosità circostante della città. L’impiego della luce è finalizzato a scoprire il parco, a passeggiare e a sostare, guidando al contempo lo sguardo sulle peculiarità architettoniche dell’edificio e dello spazio verde.

    Cambio di mentalità per una luce sostenibile
    Siegrun Appelt ha dato vita a “Langsames Licht / Slow Light” (ovvero “luce lenta”), un progetto che mira a un atteggiamento di responsabilità e consapevolezza nei confronti della luce. “Slow Light” ricorre a sviluppi innovativi, come la tecnologia LED o i sistemi di comando più moderni, per sfruttare i potenziali che offre un’illuminazione attenta alla sostenibilità e all’efficienza energetica. Al contempo, però, il progetto vuole sfruttare anche le possibilità di “creare nuove forme estetiche, perché con meno luce emergono le qualità particolari di ciò che è immateriale, percepibile solo in virtù del fatto di ricevere un’illuminazione”, spiega Siegrun Appelt.

    Una tecnologia modulare come SUPERSYSTEM outdoor di Zumtobel permette di concretizzare quest’idea anche negli spazi esterni. Per illuminare le facciate della Liebieghaus, del parco e dei viali sono stati installati complessivamente 15 apparecchi. SUPERSYSTEM outdoor è un sistema che si può configurare con un qualsiasi numero di tubi LED, uniti in modo da formare un corpo illuminante. Nel caso della Liebieghaus, ogni apparecchio è formato da tre tubi girevoli e orientabili, cui si aggiunge un altro apparecchio con sei tubi fissi. Ognuno di questi tubi possiede un’ottica precisa, che può avere un angolo di emissione ampio oppure un fascio concentrato. SUPERSYSTEM outdoor garantisce così la massima flessibilità e una luce direzionata con assoluta precisione.

    La flessibilità di SUPERSYSTEM outdoor riguarda anche l’installazione: in questo caso è stato montato ai pali dei lampioni preesistenti, nelle pavimentazioni o alle pareti. Il linguaggio formale di SUPERSYSTEM è spiccatamente minimalista: l’apparecchio in sé si fa notare poco e dà invece la precedenza alle sue funzioni. Proprio per questo è stato possibile conservare l’estetica dei classici lampioni sferici, che qui diventano elementi di design garbatamente scintillanti. Le uniche parti sostituite sono le sorgenti luminose: ora, infatti, i lampioni alloggiano LED da 1 watt. La loro temperatura di colore di 3000 K e un eccellente sistema di schermatura assicurano un ottimo comfort visivo. La soluzione illuminotecnica di Siegrun Appelt riesce così a valorizzare il contesto storico della Liebieghaus anche nelle ore serali, offrendo ai visitatori un’esperienza sensoriale sostenibile.

    Zumtobel. La luce.

Filtro Notizie Stampa

  • Azienda
  • Soluzioni illuminotecniche
  • Prodotti
  • Manifestazioni

RSS-Feed

Sempre aggiornati perfettamente: Zumtobel vi offre la possibilità di abbonarvi gratuitamente ai comunicati stampa più attuali tramite un RSS-Feed.

» RSS-Feed

Video

Troverete qui vari materiali video da guardare e integrare nel vostro sito web:
» Canale Youtube Zumtobel
PAESE
SOCIAL MEDIA

LLP

Partner di soluzioni illuminotecniche

Più successo con soluzioni illuminotecniche professionali ed efficienti: Zumtobel informa ed assiste elettricisti selezionati qualificandoli nella materia della luce.
Vai al portale LLP

LCP

Lighting Competence Program

Il programma Zumtobel per partner progettisti elettrotecnici è ideato per sommare le vostre e le nostre competenze in modo da sfruttare i potenziali della luce e anche da semplificare il lavoro quotidiano di progettazione.
Vai al portale LCP

LDP

Lighting Design Program

Questo programma di partner Zumtobel è sviluppato specificamente per architetti che si occupano di luce e che cercano un valido supporto con informazioni di prima mano.
Vai al portale LDP
Maggiori informazioni sui programmi